Basata su 10910 recensioni su
Nuovo cliente? Registrati
Nuovo cliente? Registrati
Promozioni
Comet Days - Summer
Valida dal 20 giugno al 4 luglio
Scopri di più
Speciale Clima
Valida dal 6 giugno al 4 luglio
Scopri di più
Cashback
Smeg: per te un rimborso fino a 100€
Valida dal 1 aprile al 31 agosto
Scopri di più
Samsung Galaxy: fino a 500€ di rimborso
Valida dal 10 giugno al 24 giugno
Scopri di più
Volantino e Promozioni

Novità

Comet Illuminazione
  1. Come pulire e disinfettare lo smartphone

Come pulire e disinfettare lo smartphone (senza rovinarlo)

Come pulire e disinfettare lo smartphone

Lo smartphone ci accompagna in ogni attività quotidiana. E quando diciamo ogni attività quotidiana, intendiamo davvero tutte: dalla colazione al tragitto casa lavoro, dall’ufficio alla palestra, fino ovviamente anche ai pranzi e alle cene dove potremmo sporcarlo con le nostre dita unte.

Si capisce quindi come sia facile sporcare in maniera anche importante il dispositivo, con disturbi e problemi non soltanto di ordine visivo, ma anche e soprattutto igienico.

Molti provano dunque a pulire a fondo il proprio telefono, ma con risultati non sempre efficaci e talvolta persino pericolosi.

Non tutti i solventi si presentano infatti come adeguati per la pulizia del telefono, e l’acqua va usata per ovvi motivi con attenzione e moderazione. Come pulire e disinfettare quindi lo smartphone senza rovinarlo? Continua a leggere l’articolo per scoprirlo.

 
 
 

Come disinfettare lo smartphone senza rovinarlo

Se ti stai chiedendo come disinfettare lo smartphone senza rovinarlo, sappi che la soluzione migliore resta sempre quella delle salviettine alcoliche monouso.
Con questo tipo di prodotto, infatti saremo in grado di rimuovere ogni ditata e pulire a fondo lo smartphone igienizzandolo al tempo stesso, ma attenzione: la soluzione alcolica non deve superare i 70 gradi.

Quando decidiamo di utilizzare un solvente per la pulizia del nostro telefono, infatti, dovremmo innanzitutto chiederci se il prodotto utilizzato non risulti troppo aggressivo per lo schermo e la cover del nostro smartphone.

Altrimenti potremmo sì pulire il telefono, ma anche rovinare in maniera irrimediabile le sue parti in plastica, vetro e alluminio. Da questo punto di vista, i panni in microfibra imbevuti di alcol rappresentano il compromesso migliore.

 
 
 

Come pulire lo smartphone senza rovinarlo

Se non vogliamo procedere a una disinfezione completa del dispositivo, senza però voler rinunciare alla sua pulizia a fondo, ecco che allora potremmo servirci del sapone e dell’acqua.

In questo caso, però, serve resistere alla tentazione di sottoporre il vostro telefono al getto d’acqua diretto, che danneggerebbe in maniera irreparabile tutta l’elettronica interna.

Evitate dunque di compiere questa azione a meno che non abbiate un telefono IP67
o superiore, in grado dunque di resistere alla pressione dell’acqua e non a qualche semplice spruzzo.

In tutti gli altri casi, dunque, dovete usare un sapone delicato e poi ammorbidire un panno in microfibra inumidendolo con acqua. Risulta importante sottolineare come il panno debba risultare giusto un po' umido, e non grondante d’acqua: strizzate quindi bene il panno prima ri strofinarlo sul telefono, o l’acqua in eccesso potrebbe inavvertitamente penetrare nelle fessure del telefono rovinandolo.

 
 
 

Come disinfettare lo smartphone: asciugatura

Rimuovete quindi l’umidità in eccesso tramite un panno in microfibra asciutto o usando un foglio di carta assorbente, lasciate per sicurezza il vostro smartphone spento per altri 5 minuti e riaccendetelo solo dopo questo periodo. Et voilà, avrete a disposizione uno smartphone pulito come al primo giorno di utilizzo.